Fast Flip: ora le riviste si sfogliano online

Fast_FlipFast Flip, così si chiama l'ultimo gioiello della scuderia Google ed è la promessa di BigG (alias Google, il colosso) di rendere la lettura online più verosimile a quella offline.


La notizia arriva dal blog ufficiale di Google che dà un'anticipazione di quello che sembra marcare una rivoluzione per l'editoria online e per i lettori, che forse ancora per poco,  saranno più propensi alla carta che al web.

Attualmente disponibile su Google Labs, la piattaforma aperta per sperimentare i prototipi del colosso americano, Fast Flip è una novità in termini tecnologici, ma anche di fruibilità che, intuitiva, immediata ed efficiente, non può non invitare i lettori ad un’immersione totale nell'esperienza più fast (o flip) del momento. La frontpage di Fast Flip è un puzzle di immagini accompagnate da pochi (ma buoni) strumenti per la navigazione.

  Potete cliccare sulle frecce per scorrere rapidamente tra gruppi di pagine o tra pagine individuali e selezionarne una in particolare per aprire una nuova finestra ed approdare all'ulteriore navigazione offerta dal magazine.

Potete scegliere una sezione in particolare o una rivista e sfogliarla rapidamente tenendo un occhio, se vi va, anche sugli altri titoli: una barra sulla sinistra vi permetterà infatti di accedere in tempo reale anche alle pagine correlate.

E' inoltre possibile condividere i contenuti ed eventualmente lasciare un parere nel caso la notizia stimoli il vostro interesse.

A differenza degli attuali e più comuni sistemi di aggregazione delle notizie, Fast Flip, si propone come un vero e proprio servizio di rete e per incentivare gli editori che decideranno di inserire i propri contenuti, offrirà loro parte dei ricavi ottenuti dalla pubblicità presente tra le varie pagine.

Se magari un caffè virtuale non può (ancora) competere con il gustoso e reale vizio italiano, le riviste web da oggi potrebbero fidelizzare i lettori grazie a questo nuovo sistema di lettura online che conserva finalmente quella caratteristica a cui tanto siamo affezionati: sfogliare le pagine nel vero senso della parola, secondo i tempi dettati dal nostro interesse e non da noiosi download.

Si fa dunque più dura la competizione tra "carta e rete" e chissà che quando una delle due la spunterà sull'altra, se mai succederà, non sia il momento di introdurre anche un’applicazione “caffè espresso”.

Pin It

Cerca