Ecco i-MiniBac Top 40, l'app per l'arte a portata di mano. Dal primo luglio musei e monumenti sugli smartphone

La cultura approda nell'universo della telefonia mobile. 'i-MiniBac Top 40' è l'applicazione che dal primio luglio sarà scaricabile gratuitamente dall' AppStore e dai siti web istituzionali. Quaranta musei e aree archeologiche verranno descritti da una scheda attraverso l'accesso ad una galleria iconografica. Ad annunciarlo è il Ministero dei Beni culturali.

Lo start, prima su iPhone, iPod Touch e iPad, e dopodichè sarà il turno di tutti gli smartphone. Il progetto 'i-MiBac', che prevde anche la modalità in lingua inglese, tende al rilancio "dell’arte e la cultura attraverso nuovi strumenti di comunicazione".

Inoltre, a breve raccoglierà applicazioni dedicate al cinema, alla musica e al patrimonio salvato in Abruzzo. E ancora: all’arte recuperata dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e ai siti Unesco.

Molte le sezioni presenti nell'applicazione, consultabili anche senza una connessione Internet. Si comincia da 'Mappa': cioè una mappatura di tutti i musei e monumenti registrati in i-MiniBac e dei relativi percorsi culturali. Poi si passa a 'Musei e Monumenti', dove si trovano invece informazioni generali "sull’accesso, i contatti, il sito web, gli orari di apertura, informazioni inerenti ai biglietti d’ingresso e alle visite guidate".

Per i 'Facebookniani', peraltro, c’è la possibilità di condividere le informazioni sul grande social network. Il progetto, costato 25 mila euro, è stato ideato dalla società Artchivium e realizzato in collaborazione con la Direzione generale per la valorizzazione del patrimonio culturale.

Augusto Rubei


Pin It

Cerca