La navicella spaziale Soyuz torna sulla Terra

E' rientrata a casa, atterrando sulla base operativa Jezkazgan, in Kazakistan, la navicella spaziale 'Soyuz TMA-17', che il 21 Dicembre scorso si era diretta presso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), distante circa 355 chilometri dal nostro pianeta, per compiere una missione di sostegno.

Erano stati il comandante Jeff Williams e l’ingegnere di volo Maxim Suraev ad accogliere i tre astronauti della 'Soyuz TMA-17', che dopo aver trascorso 5 mesi nello spazio hanno fatto ritorno sulla Terra alle 7:25 ora locale.

Il russo Oleg Kotov, il giapponese Soichi Noguchi e l’americano Tomothy Creamer hanno dunque lasciato il cosmo, ma per la navetta è in programma un nuovo viaggio di sei mesi sempre presso l'ISS. Con la sola differenza che questa volta a bordo salirà l'italiano Paolo Nespoli dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA).

Tuttavia, la missione ancora non ha un nome ufficiale, visto il bando di concorso a premi indetto per sceglierne uno. Una targa dell' equipaggio europeo sarà il 'trofeo' che andrà in mano al vincitore. L'obiettivo, da quanto si apprende, è coinvolgere i cittadini e renderli partecipi all'evento.

Augusto Rubei

Pin It

Cerca