Osservata la 'metamorfosi' di un neutrino: è il primo caso al mondo

Osservata per la prima volta al mondo la 'metamorfosi' di un neutrino: una delle più piccole particelle finora note, che cambia identita' trasformandosi da un tipo di neutrino in un altro tipo di neutrino. E' quanto emerge da una ricerca condotta dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

La scoperta, inseguita da anni (l'Infn lavora da tempo al progetto 'Cuore' del professor Ettore Fiorini), fa da apripista allo studio di altri fenomeni fisici mai visti finora. Tuttavia, "il risultato e' solo un primo passo della fisica del futuro, e ora dovra' essere confermato da ulteriori analisi".

La prima 'oscillazione' del neutrino "e' stata osservata sui miliardi di neutrini che tre anni fa sono stati 'sparati' dal Cern di Ginevra ai Laboratori del Gran Sasso". Le particelle hanno attraversato la roccia alla velocita' della luce, coprendo in 2,4 millisecondi la distanza di 730 chilometri che separa i due centri di ricerca, nel progetto Cngs (Cern Neutrino to Gran Sasso).

A studiare la trasformazione e' stato l'esperimento Opera (frutto di una collaborazione internazionale in cui partecipa anche l'Italia). "Un neutrino del tipo muonico si e' trasformato in un'altra delle tre famiglie di neutrini fino ad oggi conosciute, il tipo tau".

La metamorfosi, dunque, conferma che i neutrini hanno una massa. Un'affermazione, che contraddice la teoria considerata il punto cardine della fisica contemporanea, il cosiddetto Modello Standard, secondo il quale, invece, i neutrini non hanno massa.

Augusto Rubei

Fonte foto: http://linguaggio-macchina.blogspot.com


Pin It