“FRU 2010”, il Festival delle radio universitarie

Sospeso

Il FRU” – Festival delle Radio Universitarie, è giunto quest’anno alla sua quarta edizione. La manifestazione, ideata nel 2007 dall’Associazione nazionale degli operatori radiofonici universitari (RadUni), si è tenuta la scorsa settimana a Perugia, ed è stata curata per l’occasione da Radiophonica.com, il “media universitario” dell’università umbra.

Tante voci in un’unica città” è stato il leit-motiv del Festival 2010, nel corso del quale circa 300 redattori (appartenenti non solo a 40 media universitari nazionali, ma anche a prestigiosi atenei internazionali come quelli di Seattle, Aix en Provence, Florianopolis), si sono resi protagonisti di una due giorni (27 e 28 maggio) di musica, spettacoli, incontri e workshop.


A farla da padrone, naturalmente, è stato l’universo radiofonico, il più giovane e dinamico dei mezzi di comunicazione di massa, diventato con gli anni (anche per esigenze economiche) sempre più “web”, e rivelatosi in queste nuove vesti ancora più valida fucina di idee e format rispetto al passato.


Diversi gli ospiti che hanno potuto raccontare la propria esperienza ai giovani speaker, su tematiche quali lo stato delle web radio in Europa e nel mondo, la libertà di espressione radiofonica, ed ancora il contributo delle nuove tecnologie a sostegno del fenomeno comunicativo, o le sperimentazioni vocali e musicali più all’avanguardia.


Realizzato grazie anche al sostegno – tra gli altri – di  media-partner del calibro di Radio Deejay e Wired, nonché con il patrocinio del Ministero della Gioventù e del Ministero dello Sviluppo Economico, il FRU ha dunque offerto ancora una volta l’occasione ai media universitari di “fare squadra”, dando vita ad un network capace di discutere, informare, intrattenere.

L’esperienza è infatti stata capace anche quest’anno di dare concretezza alle motivazioni e allo spirito del mondo universitario, ovvero di una realtà in grado (nonostante mille difficoltà) di sintetizzare la sperimentazione di nuove forme di comunicazione, la forza di un media sempre all’avanguardia come la radio, e le risorse offerte dal web, universo interattivo dove tutto è possibile.

Alberto Marangio

Pin It

Cerca