Shuttle Atlantis: un museo come ultima missione

Ieri mattina è rientrato lo space shuttle 'Atlantis' dall’ultima missione della sua carriera spaziale, atterrando sulla pista dello Space Kennedy Center.

Se ne andrà in pensione: in un museo nel migliore dei casi. O, nel peggiore, sarà la megalomania di un folle acquirente ad avere la meglio sganciando circa 30 milioni di dollari. Giunto al suo 32esimo viaggio, dunque, lascerà il posto alla 'Discovery' e all' 'Endeavour'.

Tuttavia, l' Atlantis mantiene sempre i suoi primati: il primo della Nasa, per esempio, ad aver trascorso nello spazio 294 giorni (4.648 orbite, oltre 120 milioni di miglia). Deve il suo nome ad una nave oceanografica, e volò per la prima volta il 7 ottobre del 1985.

E ancora: la prima navetta a lanciare una sonda interplanetaria, la 'Magellano' (nel 1989, diretta su Venere), alla quale seguì la 'Galileo' (destinazione Giove). Nel febbraio del 2008, invece, trasportò il laboratorio spaziale dell’ 'Esa 'Columbus' a bordo della Stazione Spaziale Internazionale 'Alpha', mentre nel maggio 2009 riparò il telescopio spaziale “Hubble”.

Quello space shuttle, anche un pò eroe, al quale durante la permanenza sulla Stazione Spaziale Internazionale 'Alpha', vennero cambiate sei speciali batterie e installata una nuova antenna per le telecomunicazioni. Quasi come una mamma cura sua figlio. Quasi come uno scienziato protegge gli occhi del futuro, disegnando una scoperta.

Augusto Rubei


Pin It