Il programma antisuicidio dell'Henry Ford Health System

Un programma di recupero contro la depressione, che ha salvato molte vite umane. È attivo presso l'Henry Ford Health System, un rimedio che fa gridare quasi al miracolo e che ha ridotto il tasso di suicidio tra i pazienti affetti da depressione del 75%, passando da 89 decessi su 100 persone, ai 22 nei primi quattro anni, fino a raggiungere quota zero.

Negli ultimi due anni e mezzo infatti, nessuno dei pazienti sottoposti al programma si è tolto la vita. Va considerato inoltre che tale tasso è notevolmente inferiore a quello annuale sui suicidi in popolazioni di persone affette dallo stesso problema, dove i suicidi sono 230 su 100.000.

Secondo le stime dell'Istituto nazionale per la salute mentale, negli Stati Uniti sono oltre 33 mila le persone che ogni anno muoiono per suicidio. Di questi, oltre il 90% hanno un disturbo mentale diagnosticabile. Si tratta spesso di un disturbo depressivo o anche di un disturbo legato all'abuso di sostanze.

Tra i più frequenti fattori di rischio troviamo: un altro precedente tentativo di suicidio, una storia familiare di disturbi mentali, l'abuso di sostanze, casi di violenza familiare, compreso l'abuso fisico o sessuale, la presenza di armi da fuoco in casa e l'incarcerazione.

Elaborato dalla divisione Behavioral Health Services dell'Henry Ford Health System nel 2001, come abbiamo già accennato, il programma dà risultati stupefacenti. Come ha spiegato Edward Coffey, vice presidente e amministratore delegato della Behavioral Health Services: "Gli incoraggianti risultati dell'iniziativa suggeriscono che questo modello di cura può essere molto efficace per raggiungere e mantenere il miglioramento della qualità svolta nella cura della salute mentale".

Ma vediamo quali sono i punti che il programma propone ancora di migliorare:

  • Istituire un comitato di consulenza formato dai consumatori per aiutare con la
  • progettazione del programma;
  • Stabilire un protocollo per assegnare i pazienti in uno dei tre livelli di rischio per il
  • suicidio, ognuno dei quali richiede un intervento specifico;
  • Fornire formazione per tutti gli psicoterapeuti atte a sviluppare competenze nel
  • settore della Cognitive Behavior Therapy.
  • Applicare un protocollo per i pazienti che hanno armi in casa, cercando dove
  • possibile di rimuoverle;
  • Stabilire tre modalità di accesso per i pazienti;
  • Sviluppare un sito web per educare e assistere i pazienti;
  • Reclutare personale e sottoporlo ad un corso di formazione per la prevenzione del
  • suicidio;
  • Istituire un sistema per la verifica telefonica dello stato di salute dei pazienti;
  • Educare i familiari e il partner.

Il programma antisuicidio dell'Henry Ford è stato riconosciuto a livello nazionale e ha ricevuto dalla Joint Commission il premio Ernest Amory Codman Award, che riconosce l'eccellenza nella misurazione delle prestazioni.

    Francesca Mancuso

Pin It

Cerca