L'algoritmo che riconosce il sarcasmo

sarcasmo

Avreste mai immaginato che un pc sarebbe stato in grado di comprendere un atteggiamento sarcastico? No? Vi dovrete ricredere. Come sappiamo, solitamente un computer è semplicemente una macchina programmata dall'uomo per compiere e svolgere una serie di azioni, lineari e semplici. Come qualche giorno fa ha detto Umberto Eco a Torino, il Web (e nel nostor caso il pc) è un idiota. Ma pur ammettendo le motivazioni del grande Eco, non possiamo che riconoscere la particolarità di SASI, un algoritmo in grado di riconoscere frasi sarcastiche online. Elaborato da un gruppo di ricerca israeliano, ha interpretato correttamente il 77% delle frasi che gli sono state sottoposte.

Per farlo, il team ha acquisito 66.000 recensioni di prodotti Amazon.com, all'interno delle quali ha individuato alcuni modelli sarcastici emersi dalle recensioni (80 circa) e infine ha creato un algoritmo di classificazione in grado di riordinare le affermazioni in base al maggiore o minore grado di sarcasmo.

Grazie alle 80 frasi selezionate, l'algoritmo ha "imparato" quali sono i tipi di parole e che corrispondono generalmente ad un tono sarcastico, o che esprimono un sentimento incompatibile con la comprensione letterale del testo.

Unica nota dolente: programmi di questo tipo, in grado di riconoscere le dichiarazioni sarcastiche, potrebbero produrre contenuti personalizzati e sfruttare meglio le raccomandazioni per gli utenti/consumatori. Pubblicità mirata dunque. Ma anche misurazione del grado di apprezzamento di un prodotto o un'idea.

Francesca Mancuso



{jumi}
<script type="text/javascript" src="http://static.ak.connect.facebook.com/js/api_lib/v0.4/FeatureLoader.js.php/it_IT"></script><script type="text/javascript">FB.init("bbf12bf298fad8318986cd1a298d1aa3");</script><fb:fan profile_id="232393981484" stream="0" connections="22" logobar="1" width="618"></fb:fan><div style="font-size:8px; padding-left:10px"></div>
{/jumi}

 

Pin It

Cerca