Reti wireless per tutti, o quasi, in USA

verizon_wireless

La rete wireless non deve solo riguardare la telefonia mobile ma anche altri dispositivi, tra i quali automobili ed elettrodomestici. Lo annuncia Verizon, che si appresta a lanciara la sua prossima novità in tema di tecnologia di rete senza fili, la Long Term Evolution (LTE). Entro la fine del 2010, secondo quanto riferisce Verizon, la LTE potrà essere usata per inviare segnali televisivi, la cui licenza è già stata data al colosso delle telecomunicazioni dal Governo statunitense nel 2008.

In termini concreti, ciò significa che circa 100 milioni di utenti avranno a disposizione la rete wireless entro la fine dell'anno. Questo per quanto riguarda i dispositivi di comunicazione. Ma la saturazione del mercato di telefonia cellulare, secondo Verizon, è solo uno dei passi da compiere. Il successivo sarebbe infatti quello di vedere la tecnologia wireless in molti altri tipi di apparecchi. Come ha spiegato il vice presidente esecutivo e CTO, Richard Lynch "vogliamo arrivare al 500-600 per cento di penetrazione", ossia di una media di cinque o sei dispositivi wireless a persona.

Per farlo, la LTE è stata pensata per assicurare una migliore velocità e una latenza più bassa rispetto alle reti esistenti (rapporto 1:5), da cinque a 12 megabit al secondo, di gran lunga più veloce rispetto a molte delle attuali connessioni cablate.

Tra le ipotesi di Lynch vi sono dispositivi che utilizzano reti wireless 4G di Verizon per auto, computer, televisori e altri elettrodomestici. Tra essi, l'azienda ha testato le prese a muro e le ciabatte che includono funzionalità wireless 4G, per garantire nuove forme di gestione energetica in ambito domestico.

Un'altrà novità riguarda le chiamate: Verizon userà il VoIP per fornire le chiamate vocali. L'unico "inconveniente" segnalato dalla nota casa americana è che non tutti questi dispositivi saranno sotto il controllo di Verizon, ma vi saranno anche altre aziende a produrli. Tali dispositivi dovranno ancora essere testati e certificati. Ce la faremo ad aspettare qualche anno prima di avere le ciabatte wi-fi?

Francesca Mancuso



{jumi}
<script type="text/javascript" src="http://static.ak.connect.facebook.com/js/api_lib/v0.4/FeatureLoader.js.php/it_IT"></script><script type="text/javascript">FB.init("bbf12bf298fad8318986cd1a298d1aa3");</script><fb:fan profile_id="232393981484" stream="0" connections="22" logobar="1" width="618"></fb:fan><div style="font-size:8px; padding-left:10px"></div>
{/jumi}

 

Pin It

Cerca