Domenica scatta l'ora legale: ma chi l'ha inventata ?

ora_legale_dove_si_usa

Un'ora in più. Un'ora in meno. Non si è mai capito effettivamente perchè, una domenica ci si alza, e si scopre di aver dormito di più. No, di meno! A quanto pare una spiegazione c'è. Ma non neghiamolo: è stata una di quelle domande che ci ha assillati sin da bambini. Perchè perdere un'ora di sonno? Si è dormito lo stesso numero di ore!

 

Perchè l'acerrima nemica di Morfeo suona alle 7 di mattina, quando invece sarebbero ancora le 6? Perchè, perchè, perchè... Qualcuno lo dobbiamo pur ringraziare! Potrebbe essere il signor Benjamin Franklin. Franklin, infatti, coniò il detto: "Andare a letto presto la sera e alzarsi presto la mattina, rende l'uomo più energico, in salute e saggio". In un saggio del 1784, Franklin scrisse che, regolare gli orologi in primavera, sarebbe stato un buon modo per risparmiare le candele. Che sia stato quindi lui il primo a suggerire l'idea?

L'abitudine di cambiare l'ora agli orologi è antica. La prima volta avvenne in Gran Bretagna, nel 1916. e con il tempo quasi tutti i paesi hanno scelto di adottare questa pratica usata soprattutto per risparmiare energia.

Nell'emisfero australe i periodi di ora legale/ora solare sono invertiti. E non tutti i paesi adottano gli stessi periodi (nella foto di copertina, in blu chi usa l'ora legale, in arancione chi l'ha usata e in rosso chi non l'ha mai adottata). In Italia si inizia con l'ultima domenica di marzo, per finire l'ultima domenica di ottobre. Si risparmiano circa 100 milioni di euro l'anno, secondo i calcoli di Terna (tra il 2004 ed il 2007).

Ma... davvero economizziamo sull'energia regolando tutti gli orologi? Nell'odierna società pare proprio di no! Basti pensare all'uso smoderato di climatizzatori nel periodo estivo o in alcune zone del pianeta, dove le temperature sono costantemente alte. Lo attestano studi compiuti sia nel 1970 (Department of Transportation) che ricerche più recenti (2007) condotte dal RAND Corporation.

Comunque sia, diciamolo, per molti di noi, l'ultima domenica di marzo coincide soltanto con il "furto" di un'ora di sonno.

Federica Vitale

{jumi}<script type="text/javascript" src="http://static.ak.connect.facebook.com/js/api_lib/v0.4/FeatureLoader.js.php/it_IT"></script><script type="text/javascript">FB.init("bbf12bf298fad8318986cd1a298d1aa3");</script><fb:fan profile_id="232393981484" stream="0" connections="22" logobar="1" width="618"></fb:fan><div style="font-size:8px; padding-left:10px"></div>{/jumi}

Pin It