Il saggio telescopio che scopre i pericoli

dal_wise_infrarossi_550

WISE (Wide - Field Infrared Survey Explorer) è il satellite della NASA, lanciato il 14 dicembre 2009, allo scopo di disegnare una mappa del cielo grazie ad una banda infrarossi che cattura il bagliore di centinaia di milioni di oggetti celesti. Il telescopio ha iniziato il suo viaggio di ricerca a metà gennaio. La missione si pone l'obiettivo di rilevare, per la prima volta, le stelle più fredde, le galassie più luminose ed alcuni tra i più oscuri asteroidi e comete vicine alla Terra.

 

WISE orbiterà intorno alla Terra ad un'altitudine di 525 Km ed effettuerà un rilevamento ogni 11 secondi. Ogni posizione nel cielo verrà "fotografata" e saranno riprese alcune aree vicine ai poli terrestri.

Misurando la luce infrarossa degli asteroidi vicini alla Terra, gli astronomi potranno farsi un'idea più precisa sulla loro dimensione, composizione e distribuzione e, quindi, stabilire più precisamente quanto questi oggetti possano essere pericolosi al nostro Pianeta.

Il telescopio spaziale a infrarossi ha individuato una pioggia di asteroidi che, fino ad ora, vagavano nascosti vicino l'orbita terrestre. La loro scarsa luminosità e inclinazione li hanno mantenuti nascosti dalle numerose ispezioni effettuate per identificare gli oggetti che orbitano intorno alla Terra. In particolare il WISE ne ha scoperti 16 le cui orbite ruotano molto vicine a noi. Di questi, solo il 55% riflette meno di un decimo della luce solare. Inoltre, tra di essi, ve ne è uno che riflette solo il 5% della luce che riceve.

Molti di questi asteroidi possiedono orbite inclinate rispetto al piano nel quale orbitano tutti i pianeti e molti altri asteroidi. E' questo il motivo per cui essi risultano difficili da individuare ai telescopi che operano in questo piano.
Fortunatamente, questi asteroidi "invisibili" sono, al contrario, luminosi alle radiazioni ultraviolette. Essi assorbono infatti molta della luce solare che li riscalda. Questo aiuta WISE nella loro particolare identificazione.

Il capo della missione NASA, Amy Mainzer, del Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, California, ha affermato: "E' davvero una scoperta importante quella di individuare gli asteroidi e le comete meno luminose."
Richard Binzel, del Massachusetts Institute of Technology, sostiene che gli oscuri asterodi siano delle comete il cui ghiaccio, in passato, sia stato vaporizzato in superficie. Ecco la ragione per cui, osservandoli dai telescopi, presentano superfici molto scure.

Ora ci si aspetta che WISE possa scorgere qualcosa come 200 oggetti vicini alla Terra. Sebbene molti astronomi stimino che il numero di oggetti sconosciuti, orbitanti vicino al nostro pianeta e con una massa abbastanza grande da arrecare danno, possa avvicinarsi ai 10.000.

Federica Vitale



{jumi}
<script type="text/javascript" src="http://static.ak.connect.facebook.com/js/api_lib/v0.4/FeatureLoader.js.php/it_IT"></script><script type="text/javascript">FB.init("bbf12bf298fad8318986cd1a298d1aa3");</script><fb:fan profile_id="232393981484" stream="0" connections="22" logobar="1" width="618"></fb:fan><div style="font-size:8px; padding-left:10px"></div>
{/jumi}

 

Pin It

Cerca