I 5 prodotti Google più attesi

google

Siamo da poco entrati nel nuovo anno ma sembra già che le novità tecnologiche saranno numerose e interessanti. Parecchie le novità nel mondo di Google che si appresta ad essere un importante protagonista del 2010, ecco a voi i cinque prodotti più attesi.

chrome_osTra tutti, il sistema operativo Chrome OS. Open source, basato su Linux, si caratterizza per il cloud-computing: sistema operativo, programmi e dati saranno tutti online. Non sarà quindi necessario installare alcuna applicazione. Ci si appoggia a servizi sul web per favorire chi è sempre connesso. Non c’è da preoccuparsi però: velocità, semplicità e sicurezza sono garantite. Se il pc dovesse infettarsi, dei tool specifici rimetteranno in funzione il sistema operativo. Tutti i servizi non indispensabili sono stati eliminati in modo da rendere più veloce l’avvio e alleggerire il sistema operativo. Questo utilizza l’interfaccia di Chrome modificata per tenere fisse le applicazioni più utilizzate, mentre le altre si aprono come se fossero pagine web. L’unico aspetto negativo sarà forse che potrà essere utilizzato solo su dischi allo stato solido, i driver delle periferiche devono essere certificati, configura poche schede Wi-Fi e sui display e sui processori ci sono delle specifiche limitanti. Dalla seconda metà del 2010 saranno disponibili i netbook.

Collegato a Chrome Os, sarà il GDrive, l’hard disk virtuale di Google. Il nome del servizio è ancora provvisorio ma sarà legato alla filosofia “dei file in cloud” e a Google Docs. Gli utenti con un account Google “potranno memorizzare i propri dati in uno spazio messo a disposizione da Google”. Gli utenti avranno a disposizione 1GB massimo di spazio gratuito, ma prossimamente Google renderà possibile per gli utenti di Google Apps Premier l’acquisto di maggiore capacità di archiviazione a 3 € per gigabyte l’anno. GDrive consentirà l'upload di file di dimensioni anche superiori rispetto ai 250MB.

google_waveGoogle Wave è invece una piattaforma per la comunicazione e la creazione di documenti dinamici in tempo reale. Chat, e-mail, social network ed altri strumenti coabitano nella stessa interfaccia. Non è uno strumento facile da descrivere: innovazione e condivisione credo siano i termini più adatti. Nel 2009 è stata rilasciata la versione Beta prima agli sviluppatori e in seguito a circa 600.000 utenti ma nel 2010 dovrebbe essere presto aperto al pubblico.

nexus_oneMa Google vuole anche esplorare nuovi campi e così in risposta all’iPhone arriva il G-Phone: Nexus One. Dotato del sistema operativo Android 2.1, anche questo prodotto sarà distribuito solo su inviti prima di essere immesso ufficialmente sul mercato. Attualmente, gli smartphone con il software Android sono i maggiori rivali dell’iPhone. Android è la piattaforma sviluppata da Google assieme a trentatré società high-tech e della telefonia mobile. Le caratteristiche tecniche del G-Phone sono: CPU Qualcomm Snapdragon da 1GHz, 512MB di memoria RAM, uno schermo AMOLED touchscreen da 3,7 pollici, risoluzione di 480 x 800 pixel, 4GB di memoria flash espandibile fino a 32GB con microSDHC e connettività GPS, Wi-Fi.

pctablet_googleMentre in casa Apple è previsto l’arrivo del tanto atteso e chiacchierato tablet touch-screen (un dispositivo che potrebbe essere paragonato ad un iPhone ma dalle dimensioni più grandi), Google, sempre in collaborazione con HTC, controbatte con la propria versione. Le notizie su questo prodotto sono ancora piuttosto vaghe ma sembra che il PCtablet si baserà su un processore Qualcomm SnapDragon basato su architettura ARM e dotato di una suite Adobe. Si mormora che sarà multi touch-screen; doppio schermo, uno da 10 pollici e l’altro da 3, comunque in formato OLED; 1.5 GB di RAM con sistema operativo Android o Chrome OS; ssd da 128 GB; due porte USB, webcam. Probabilmente il tablet non vedrà la luce prima della fine dell’anno. Speriamo che Google non ci deluda!

Laura Margiotta

 

Pin It

Cerca