Come la Formula 1 cambierà le Olimpiadi del 2012

mclaren_tunnel_vento

Il Gruppo McLaren ha dato inizio al conto alla rovescia per la realizzazione di un nuovo sistema wireless, in grado di memorizzare e di elaborare in telemetria (ossia “a distanza”) i dati relativi alle prestazioni di atleti di qualsiasi disciplina. Fino ad oggi, l’unico sport in cui è risultato possibile avvalersi di tale tecnologia è stata la Formula 1, dove da diversi anni vengono adoperate simili soluzioni per ottimizzare i risultati dei i piloti.

La divisione Technology della stessa McLaren è dunque in grado di dare ormai vita ad applicazioni per discipline di gran lunga più comuni. Prendiamo ad esempio la Federazione ciclistica inglese, che da numerosi anni utilizza dei registratori sulla schiena degli atleti per misurare e analizzare le loro performance. In virtù delle nuove tecnologie, a breve tali analisi potranno essere realizzate, piuttosto che da allenatori o tecnici, avvalendosi invece di trascrizioni ed analisi automatiche; ed il tempo necessario per studiare delle quantità enormi di informazioni potrà perciò essere impiegato in altre direzioni, generando un vantaggio effettivamente difficile da quantificare.

Quanto a costi e tempi necessari per un impiego definitivo del nuovo brevetto McLaren, restano tuttora incerti; ad ogni modo, una volta collaudata, tale tecnologia rappresenterà una soluzione in grado di garantire progressi notevoli, in un mondo sportivo dove, oramai, non bastano più muscoli e cuore per risultare vincitori.

Alberto Marangio

 

Pin It