Vita su Marte? Quest'anno la prova definitiva

vita su Marte

Che esistesse vita su Marte, la scienza l’ha sempre sospettato. Ma la NASA ritiene che è possibile dimostrarlo entro il 2010. Lo sostiene David McKay, capo del reparto astrobiologico presso il Johnson Space Centre di Huston, sulla base di ipotesi su tre nuovi meteoriti che sembrerebbero contenere, secondo il team di ricerca, colonie di microrganismi dei quali sarà presto possibile comprendere la natura.

Dei tre meteoriti, due sono stati ritrovati in Antartide (probabilmente rimasti tra i ghiacchi per migliaia di anni) mentre l’ultimo, di maggiore interesse, risulta essere caduto in Egitto nel 1911 e successivamente conservato per quasi un secolo presso il Natural History Museum di Londra.

Nessun dubbio sulla provenienza dei meteoriti: i gas intrappolati al loro interno corrispondono esattamente a quelli già precedentemente esaminati del pianeta rosso.

Resta solo da comprendere se gli elementi in essi contenuti siano di origine geologica o biologica, il che sarà possibile, secondo gli scienziati della NASA, attraverso un delicato strumento che bombarderà di ioni le pietre in questione e risponderà finalmente alla domanda: “Siamo soli nell’Universo?”.

Gli esperti hanno già una teoria ben precisa in proposito. Ritengono infatti possibile la formazione di microrganismi su Marte circa 3,6 miliardi di anni fa, quando la temperatura sul pianeta risultava essere più calda e umida e l’atmosfera più sottile: si tratterebbe pressappoco dello stesso periodo in cui forme semplici di vita andavano sviluppandosi anche sulla nostra Terra.

“Non possiamo ancora sostenere di aver scoperto la vita su Marte”, sostiene McKay, “ma siamo finalmente molto vicini a dimostrare che ci sia, o almeno che ci sia stata”. E aggiunge: “Trovo incredibile che tali meteoriti siano rimasti fermi a Londra per quasi 100 anni. Questa scoperta avrebbe potuto essere britannica piuttosto che americana, se solo fossero stati utilizzati microscopi elettronici di uso piuttosto comune nel campo”.

Polemiche a parte, non ci resta che aspettare di saperne di più, ragionando fin da ora sull’idea che se McKay ed il suo team dovessero avere ragione, saremmo costretti a rivedere tutto di ciò che conosciamo (o crediamo di conoscere) riguardo la vita nell’Universo, proiettandoci in una realtà che finora soltanto il cinema ha ipotizzato e a suo modo rappresentato: quelle però erano solo fantasie, le risposte della scienza sono per noi ben altra cosa.

 

Pin It

Cerca