Roxxxy il 'Sex Robot' debutta alla fiera del porno

Roxxxy, sex robot

LAS VEGAS – Sabato, all’AVN Adult Entertainment Expo, manifestazione dedicata al mondo a “luci rosse”, TrueCompanion ha presentato Roxxxy, il primo robot al mondo costruito per il sesso (anzi la prima…).

Questa bambola ha un’intelligenza artificiale che le permette di capire e memorizzare i gusti del suo utilizzatore. Roxxxy non sarà il massimo nell'ascoltare, provare emozioni e parlare, ma è dotata di una serie di “personalità” tra cui Wild Wendy, avventurosa e aggressiva, e Mature Martha, affettuosa e materna, che il suo proprietario può scegliere in base alle sue fantasie.

Completamente personalizzabile in fase di ordinazione (comprese caratteristiche come il colore della pelle, colore dei capelli e le dimensioni del seno), Roxxxy è dotata di connettività wireless, il che significa che il suo software può essere facilmente aggiornato e che la bambola è capace di inviare messaggi d’amore al suo proprietario quando è fuori casa.

Si possono anche creare dei profili personalizzati e scambiarli on-line con i propri amici. La bambola sarà in vendita dalla prossima settimana ad un costo variabile tra i 7.000 e i 9000 dollari, più il prezzo di un abbonamento che, secondo il suo creatore Douglas Hines, “è paragonabile ad un piano telefonico per cellulari”.

TrueCompanion e Hines, ex-impeigato dei Bell Labs, presentarono il loro primo robot per l’intrattenimento sessuale, chiamato Trudy, nel 1993. Tuttavia gli utenti si lamentavano che le bambole erano troppo “catatoniche” e non interattive a sufficienza. Ora arriva Roxxxy e a breve anche Rocky, suo alter ego maschile.

Pin It