Le "pietre rotolanti" della Death Valley

pietre rotolanti desrto Mojave

“Moving rocks”. No, non è il nome di un nuova rock band che si ispira ai Rolling Stone, ma è un inspiegabile fenomeno che accade nel deserto del Mojave, regione situata tra Nevada e California.

Più precisamente è possibile osservarlo a Playa Racetrack, nella famosissima Death Valley, parco nazionale degli Stati Uniti pieno storia geologica, dove si trova la più grande depressione del Nord America (-86 metri sotto il livello del mare).

In questo deserto sabbioso, probabilmente il letto di lago ormai prosciugato, grandi pietre si muovono. Nessuno le ha mai viste spostarsi, ma chi le osserva vede dietro di esse una scia sul terreno, a volte lunga più di 50 metri. Le tracce lasciate dalle rocce sono varie: alcune piuttosto rettilinee, altre circolari, altre ancora a zig-zag.

Per lungo tempo tale fenomeno ha sconcertato gli scienziati  fino a quando due geologi del Caltech hanno effettuato una ricerca durata ben sette anni. I risultati di tale studio hanno portato ad affermare che, con condizioni meteo specifiche  come  pioggia, nebbia o rugiada,  il fango viscido che si crea sul terreno e i forti venti che soffiano in questa valle, spingano le pesanti rocce.

Tuttavia ci sono ancora dei punti oscuri: perché le tracce lasciate dalle pietre sono così differenti se il vento soffia nello stesso modo per tutte?

Altri spiegano che tali massi possano muoversi a causa di fenomeni differenti, come ad esempio il magnetismo, mentre i più scettici affermano che sia qualcuno a spostarle per incrementare l’afflusso di turisti nella valle. Tuttavia, nessuno essere umano ha mai visto muoversi queste rocce anche perché non è stata effettuata ancora nessuna ricerca con l’utilizzo di telecamere, unico vero modo per svelare il mistero.

 

Pin It

Cerca