Scoperta una caverna sulla Luna per una possibile colonia

Immagine JAXA caverna sulla Luna

L’immaginario collettivo ha da sempre ipotizzato una colonia sul satellite terrestre vicino ad un cratere o ad un mare lunare, ma le speranze di sopravvivenza per gli esseri umani soarebbero maggiori se vivessero al riparo dalle gelide temperature lunari o dalla possibilità di essere colpiti da asteroidi.

Un team di scienziati dell’agenzia spaziale giapponese JAXA ha scoperto un “tubo di lava”, ovvero una profonda ed enorme caverna, che potrebbe essere adatto per una colonia o per una base lunare.

La caverna verticale, situata nella regione vulcanica denominata Marius Hills, ha una profondità stimata di 80-88 metri per un diametro di 65 metri e metterebbe al riparo gli esseri umani dalle condizioni ambientali avverse.

Junichi Haruyama, capo del gruppo di ricerca, sostiene che “le caverne di lava lunare sono potenzialmente importanti per una futura base lunare, per lo sviluppo e l’esplorazione locale, o come avamposto per esplorazioni oltre la Luna.”

Altre caverne di lava sono già state scoperte in passato, ma quella in questione pare davvero ideale per una colonia, sia per merito dello strato di lava che la ricopre, sia perché appare più solida e non incline al collasso. I buchi di lava esistono sulla Terra e sono stati anche scoperti su Marte: si formano da colate di lava, eruzioni vulcaniche, terremoti o per la collisione con un asteroide.

La nuova caverna lunare è stata fotografata dalla sonda SELENE e le immagini sono state pubblicate lo scorso novembre, ma l’attenzione per la scoperta è avvenuta soltanto questa settimana.

Nel programma “Constellation” della NASA è pianificato un ritorno sulla luna per il 2020 con la possibilità di costruire una colonia temporanea entro il 2025 e il sito appena individuato sembra essere il più adatto. In questo progetto il punto interrogativo principale è trovare dei finanziamenti adeguati ad una missione così ambiziosa.

 

Pin It

Cerca